Calabrò, Vittoria

Associata di Storia delle istituzioni politiche presso l’Università di Messina, insegna Storia dell’amministrazione pubblica e Storia delle istituzioni politiche. È autrice di vari saggi sulle istituzioni parlamentari siciliane e sulla storia giuridico-istituzionale dell’Ateneo della città dello Stretto. Responsabile scientifica dell’edizione 2019 dei seminari Violenza di genere: conoscerla, prevenirla, riconoscerla, contrastarla, si occupa anche di pari opportunità e parità di genere. È socia dell’Associazione Italiana di Storia delle Istituzioni Politiche, della Società per gli studi di storia delle istituzioni, dell’International Commission for the History of Representative and Parliamentary Institutions, dell’Accademia Peloritana dei Pericolanti, Classe di Scienze Giuridiche, Economiche e Politiche, della Società Messinese di Storia Patria e del Comitato Provinciale di Messina dell’Istituto per la storia del risorgimento italiano. Fa parte dei Comitati scientifici della collana Acta et Studia (Monduzzi), Mediterraneo. Culture, società e istituzioni tra medioevo ed età contemporanea (Aracne) e dello Scientific Advisory Board della rivista Spanish Journal of Legislative Studies. Fra i suoi lavori più recenti L’Alta Corte del Parlamento. La vicenda di un’istituzione giudiziaria nella Sicilia costituzionale (1812-1848), Aracne, Canterano 2020, p. 240; Università «contro»? La partecipazione di professori e studenti ai moti del biennio 1847-1849: il caso siciliano, in Università «contro»? Il ruolo degli atenei negli ordinamenti in crisi, a cura di D. Novarese e E. Pelleriti, il Mulino, Bologna 2020, pp. 369-386; The new European political order after 1919: the Italian context, in After the

Lascia un commento